Trekking Etna: la guida essenziale per scoprire il grande vulcano siciliano

Trekking Etna

Il vulcano più attivo e alto d’Europa offre uno spettacolo unico ambito da amanti dell’escursionismo e della natura di tutto il mondo. Se volete regalare alla vostra vacanza in Sicilia un’esperienza “da brivido” vediamo insieme come organizzare il trekking Etna nel modo più adeguato con questa guida essenziale al vulcano siciliano.

L’Etna è considerato uno dei siti più spettacolari in Italia e una tappa trekking tra le più amate. Con le sue numerose eruzioni, è noto per attirare amanti del brivido, ma anche della natura. Avidi escursionisti e scalatori, appassionati di vulcani e appassionati di storia di ogni parte del mondo celebrano questa montagna ormai consacrata patrimonio dell’Umanità Unesco.

Come arrivare all’Etna?

Si puo arrivare al vulcano sia in autobus che treno, ma per risalire la cima e arrivare ai punti di partenza dei sentieri si deve utilizzare l’autobus (linea AST, Azienda dei trasporti Siciliani). La tappa di destinazione e la porta dell’Etna… o meglio Nicolosi. Da questo paesino partono poi servizi navetta per arrivare ai rifugi di partenza.

Il trekking Etna è solo per esperti?

I percorsi che portano a scoprire il grande vulcano sono numerosi, alcuni vengono contrassegnati con la dicitura E… cioè Escursionisti, altri con EE, che equivale ad Escursionisti Esperti.

Ci sono poi percorsi definiti a “Facile Percorrenza” che sono adatti a tutti, anche a famiglie con bambini dai 7/8 anni (mentre è sconsigliato effettuare gli itinerari con bambini troppo piccoli).

Studiate bene gli itinerari prima di partire e non pensate di poter strafare. Se volete proprio arrivare ai crateri della sommità rimandate la vostra escursione di un anno e nel frattempo allenatevi su altri percorsi.

I percorsi sono fattibili sia in liberta che con guida, ma, salvo rare eccezioni, forse e bene sempre affidarsi a guide esperte che vi accompagnino su terreni che non conoscete.

I sentieri sull’Etna

Trekking Etna

Visto che da questo dipende la riuscita del vostro Trekking Rtna è bene studiare, come detto, i sentieri.

I sentieri dell’Etna si sviluppano in gran parte su colate laviche sia recenti e storiche, alcuni in aree coperte da bosco e altri in ambienti privi di vegetazione e presentano pendenze varie.

  • Itinerario 1- Pista alto montana dell’Etna – Sentiero Italia

Questo è un itinerario di difficoltà medio-alta diviso su 3 giorni. L’itinerario è di 42 km ed il dislivello di circa 300 mt. Parte dal cancello del Demanio Forestale Regionale Feliciusa Milia e arriva alla Caserma Pitarrone in zona Linguaglossa.

Si tratta in pratica di un giro a piedi dell’Etna riservato ai piu esperti. Sicuramente un’esperienza unica.

L’anello e percorribile un po’ in tutte le stagioni, ma in inverno, con nebbia e neve e consigliato a persone realmente esperte dotate di ottima attrezzatura e capacita.

  • Itinerario 2 – Sentiero Natura Monte Nero degli Zappini

4 km di camminata con un dislivello di 200 mt e percorribili in 2 ore e mezzo: e questo uno degli itinerari facili del Trekking Etna.

Il punto di partenza e arrivo e il pianoro di Monte Vetore (Etna sud).

E’ stato il primo sentiero natura realizzato in Sicilia (nel 1991) e ancora oggi rimane uno dei più frequentati sentieri del Parco dell’Etna Il suo nome particolare deriva dal dialetto siciliano che chiama cosi i pini.
Il percorso non presenta particolari difficoltà e per questo e molto amato.

  • Itinerario 3 – Sentiero Natura Monti Sartorius

Anche in questo caso parliamo di un itinerario Facile e percorribile da chiunque voglia avventurarsi in un percorso trekking Etna per scoprire questo stupendo Parco Nazionale siciliano.

Il percorso ha una lunghezza di 4 km con un dislivello di 100 mt ed e percorribile in 2 ore. Il punto di partenza e arrivo in questo caso e la sbarra forestale presso Rifugio Citelli (Etna nord).

Il sentiero ha il pregio di far portare lungo l’imponente colata lavica del 1865 che ha originato i Monti Sartorius.

  • Itinerario 4 – Sentiero Citelli – Serracozzo

Questo sentiero viene definito un Mountain Fitness. Si tratta di un nuovo modo di concepire la scoperta dell’Etna e del suo parco trasformando la visita in un percorso salute e benessere.

Il percorso permette di monitorare le prestazioni dell’atleta dando modo di verificarne lo stato di forma. La scheda del sentiero con le informazioni sul funzionamento del percorso la trovate qui: link scheda percorso Etna.

  • Itinerario 5 – Sentiero Piano dei Grilli

Eccovi un altro itinerario classificato in alcuni casi come “facile” ma sicuramente piu impegnativo degli altri sia per lunghezza che dislivello e quindi consigliabile a chi ha piu esercizio nelle gambe per camminate lunghe.

Si tratta infatti di 15 km di percorso con un dislivello di 800 mt e una durata di circa 7 ore e la partenza e dalla Casermetta Piano dei Grilli di Etna nord est.

  • Itinerario 6 – Sentiero Case Pirao – Monte Spagnolo

10 km tra andata e ritorno per 5 ore di cammino e 300 mt di dislivello. Il punto di partenza e arrivo e a Case Pirao di Etna nord. Il percorso e lungo ma comunque definito facile e con un dislivello inferiore al precedente.

  • Itinerario 7 – Sentiero Pietracannone – Cubania – Sentiero Italia

Il percorso che comincia dalle case di Pietracannone ha una lunghezza di circa 4 km e un dislivello di 200 metri. Puo essere percorso impiegandoci circa due ore e mezza.

  • Itinerario – Sentiero Schiena dell’Asino

Di difficolta media la Schiena dell’asino. L’itinerario ha una lunghezza di 5 km e costa circa 4 ore. Si parte e si arriva all’incrocio tra la S.P.92 Zafferana, all’altezza del Rifugio Sapienza, e la provinciale che sale da Pedara – Tardaria S.P.401 fino a 1850 metri sul livello del mare.

Escursioni guidate all’Etna

Se stai optando per un’esperienza guidata attraverso questo paesaggio elettrizzante, ci sono numerosi gruppi locali e organizzati che offrono diversi pacchetti per soddisfare le varie esigenze di avventura. È possibile scegliere tra tour di mattina o di pomeriggio, spedizioni di mezza giornata o giornata intera o anche iniziative di più giorni.

Non importa quale sia il metodo di visitare questo incredibile sito che scegli, escursioni sul Monte. L’Etna è un modo stimolante assolutamente da scoprire.

Trekking Etna

Attrezzatura per trekking Etna

Sia che abbiate deciso di unirvi a un gruppo in tour o che abbiate deciso di intraprendere un’avventura indipendente, avrai bisogno di alcune cose prima di partire. Attrezzati quindi nel modo piu adeguato.

Anche nei mesi estivi l’Etna può avere delle parti innevate. Assicuratevi di portare con te anche qualche indumento caldo nel caso in cui si verifichi un improvviso calo di temperatura mentre si scalano le pendenze.

Anche se la temperatura può variare, il sole è quasi sempre in cielo, quindi ricordate di portare con voi molta acqua per mantenervi idratati, oltre un cappello e delle creme solari.

Le scarpe potrebbero essere uno dei requisiti fondamentali per intraprendere una scalata sull’Etna. Assicuratevi di avere calzature appropriate e affidabili in grado di fornire equilibrio e presa sui sentieri di montagna.

Altre vacanze alla Scoperta di Vulcani in Sicilia

Per gli amanti della Sicila e della natura selvaggia un’altra tappa obbligata e senza dubbio l’isola di Stromboli ed il suo vulcano.

Leggi il nostro post:

Stromboli: una tranquilla vacanza tra vulcani e acque cristalline

Seguici su Facebook
Seguici anche sulla nostra pagina Facebook. Avrete novità, chiacchierate e suggerimenti per conoscere l’Italia da un nuovo punto di vista.

Lascia un commento