Pescasseroli

La stazione sciistica di Monte delle VitellePescasseroli si trova in Provincia dell’Aquila e nel cuore dei Monti Marsicani. Qui vi è l’omonima stazione sciistica, importante per il turismo e non molto distante dal centro abitato.

Perché, però, una simile denominazione? Non c’è, tocca dire, una sola ipotesi. Vi è, ad esempio, il celebre critico letterario Benedetto Croce (nel 1910, dal balcone di Palazzo Sipari, formulò un discorso, conosciuto anche come “Discorso di Pescasseroli”, nel quale salutò i propri concittadini, scusandosi per non essere tornato prima), che si è interrogato sul generico “pesclum” (peschio o pesco), da intendersi come “luogo alto e ripido”, configurando nel caso specifico la cresta dove sorgono i ruderi del castello, mentre per “seroli”; altri avevano affermato che potesse provenire da “sera”, ovvero il “chiavistello” collocato a chiusura del varco che congiunge alle montagne delle Serre. Il geografo Roberto Almagià, però, ha ricondotto “seroli”, alla “serretta”, ossia la piccola serra che dal monte Forcella si protende verso il fiume Sangro.
Pescasseroli è località turistica, meta di villeggiatura sia nella stagione invernale che in quella estiva. Nel centro storico, invece, è da menzionare Palazzo Sipari, edificato nel 1839 e sede della Fondazione intitolata ad Erminio Sipari, deputato, ambientalista e fondatore del Parco Nazionale d’Abruzzo.
Ricordiamo, poi, l’abbazia dei Santi Pietro e Paolo fondata attorno al 1100, con all’interno una statua lignea della Vergine Maria col bambino e datata intorno al XIII secolo.
Fra le sagre ed eventi tradizionali, c’è quella dell’agnello (l’ultima domenica di luglio) e l’Ecolonga, una gara podistica che attraversa alcuni dei più bei paesaggi del Comune di Pescasseroli (nel mese di luglio.

Lascia un commento