Cosa vedere a Venezia fuori dai normali tour? Itinerario insolito in 10 tappe

cosa vedere a venezia

State per partire e ti state chiedendo cosa vedere a Venezia che non sia quello che vedono tutti e non ritrovarvi nella solita calca di individui che seguono i soliti itinerari? Volete far colpo con un itinerario insolito nella città dell’amore italiana? Eccovi 10 tappe che renderanno la vostra vacanza veneziana fuori dal comune e ancora più magica.

I tour a disposizione a Venezia sono sicuramente una vasta gamma, come sono tanti i post che vi suggeriranno cosa vedere a Venezia nel vostro weekend, ma in quanti leggerete e seguirete quei consigli ritrovandovi impantanati in un fiume di persone trascinato dalla corrente?

Eppure la magia di Venezia non si ferma ai soliti canali centrali, ma viottolo per viottolo, ponticello per ponticello pervade un’area che varrebbe la pena di esplorare centimetro per centimetro.

Ecco allora una lista di suggerimenti sul cosa vedere a Venezia che esplora tappe conosciute e non, ma che vi aiuteranno ad uscire dalla folla di turisti che dal piazzale della stazione arriva dritto per dritto a Piazza San Marco.

Cosa vedere a Venezia: 10 tappe per un itinerario insolito

1- Libreria Acqua Alta

Non si tratta di una tappa sconosciuta, ma per una amante dei libri questa libreria fuori dal comune non poteva mancare.

Rassegnata alle continue inondazioni questa libreria ne ha fatto il suo tratto distintivo e oggi mantiene i suoi libri in vasche da bagno e barche. In molti passano di qui, ma a molti altri sfugge e potrebbe quindi regalarvi magia e un po’ di respiro.

Indirizzo: Calle Lunga Santa Maria Formosa, 5176b, Venezia

Sito Web: Libreria Acqua Alta

2- Le colorate case di Burano

Non chiedetemi perché, ma sono più le persone che adorano Murano e i suoi vetri che Burano e i suoi colori, personalmente protendo più per la seconda.

L’allegra comunità che vive su quest’isola ha pensato di colorare le sue giornate partendo dagli edifici. Oggi tutto questo regala scatti meravigliosamente allegri.

Vuoi informazioni su come arrivare e cosa vedere? Leggi il nostro post:

Burano, l’isola dei merletti e delle case colorate

3- Museo all’Asilo di San Servolo

Ti stai domandando cosa vedere a Venezia di inusuale? Una tappa interessante potrebbe essere l’isola dei pazzi di Venezia dove per 250 anni ha avuto sede l’asilo mentale ufficiale della città.

Aperto nel 1735 ha ospitato fino a 200000 pazienti molti dei quali ha finito i suoi giorni tra quelle mura.

Solo la modificac della legge italiana del 1978 ne decretò la chiusura e dal 2006 è stato riaperto come museo.

4- La cripta allagata di San Zaccaria

L’acqua è un elemento imprescindibile della vita veneziana e anche i vecchi e possenti edifici hanno dovuto tirare i remi in barca e lasciar che il potente elemento naturale si aprisse strade impensate.

Una chiesa secolare costruita su un canale ha dovuto cedere i suoi sotterranei all’acqua. La chiesa risale al XV secolo e ha splendide decorazioni. Archi e decorazioni occupavano anche i sotterranei, ma l’acqua ne ha modificato l’aspetto creando un altro luogo insolito da vedere a Venezia.

Indirizzo: Campo S. Zaccaria, 4693 Venezia

5- Lazzaretto nuovo

Anche Venezia nasconde  la sua leggenda di Vampiri.

Nello scavo delle tombe di massa dell’isola del Lazzaretto Nuovo, creata durante il periodo della peste, tra i tanti cadaveri si è ritrovata la testa di una donna con una pietra in bocca. Secondo i documenti del tempo così venivano uccisi i vampiri… Sarà il vampiro di Venezia?

L’isola è visitabile nel periodo estivo con visite guidate: generalmente vengono organizzate una visita la mattina e una la sera con partenza con vaporetto e la visita dura circa due ore. Per informazioni è bene visitare il sito dell’isola.

Sito Web: Lazzaretto Nuovo

6-Ponte dei Pugni

Tradizione antica ha visto i veneziani scontrarsi per generazioni in duri combattimento lungo i ponti della città.

Dal 1600 ogni anno i clan rivali si riunivano in massa sui ponti più importanti per lanciarsi pugni e far cadere gli avversari nelle fredde acque dei canali.

I combattimenti erano celebri e vere attrazioni turistiche sponsorizzate dai nobili, ma spesso finivano nel sangue. Per questo si decise di metterle ufficialmente fuori legge.

Nonostante le lotte si siano consumate in vari punti della città, il Ponte dei Pugni, nei pressi di Campo San barbara, è il più famoso.

IndirizzoPonte dei Pugni, Venezia 

7- Scala Cantarini del Bovolo

I turisti quasi la ignorano, ma ai tempi della sua costruzione costituì un elemento architettonico incredibilmente originale, tanto da dare il nome di chiocciola (bovolo) sia all’edificio che alla famiglia che vi abitava.

E’ possibile visitarla tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.30 e poi dalle 14.00 alle 18.00.

IndirizzoCorte Contarina del Bovolo, 4303 Venezia

8- Tomba di Canova

Il cuore del famoso scultore è custodito proprio a Venezia in una piramide all’interno della Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari (3,5€ ingresso).

La tomba dalla forma decisamente insolita fu costruita da 5 studenti di Canova. Qui si trova solo il suo cuore: la sua mano è infatti custodita nell’Accademia delle Belle Arti di Venezia, mentre il resto del corpo è al suo paese natale, Passagno.

Sito Web: Basilica dei Frari

Indirizzo: Calle del Scaleter, 3072 Venezia

9- Torcello

Torcello è una piccola isola a nord della laguna un po’ oltre Burano e Murano oggi quasi dimenticata, ma dall’antica storia.

E’ infatti Torcello il luogo in cui Venezia nacque 1500 anni fa.

Sono passati i tempi di gloria quando vantava 20000 abitanti. Oggi Torcello è un’isola tranquilla che custodisce i resti di un passato glorioso.

Per arrivare prendete il Vaporetto 12.

10- Scuola grande di S. Marco

Una reale facciata in marmo nasconde un museo medico poco conosciuto, ma che fu una delle sei grandi scuole di Venezia.

Parte dell’edificio è oggi ospedale cittadino, ma in una galleria del primo piano è stato allestito un piccolo museo medico con antiche attrezzature risalenti al  XIX e XX secolo.

Seguici su Facebook
Seguici anche sulla nostra pagina Facebook. Avrete novità, chiacchierate e suggerimenti per conoscere l’Italia da un nuovo punto di vista.

Lascia un commento